Senti che cocktail!

Senti che cocktail!

Ogni drink ha la sua musica: dall’hip hop al jazz, fino a Rihanna, scopri come abbinare la musica giusta per gustare appieno il tuo aperitivo.

Ogni aperitivo ha la sua musica, ogni ritmo ha il suo drink: il binomio tra bere e ascoltare è tutt'altro che poco importante quando si vuole godere al massimo il momento dell'aperitivo.
In primo luogo perché i “suoni” di cibi e bevande influenzano enormemente la nostra percezione del loro sapore: lo hanno spiegato diverse ricerche scientifiche, secondo le quali è oramai assodato che la percezione del sapore sia multisensoriale.
Ci sono poi gli studi del noto psicologo Charles Spence, il quale ha dimostrato come i suoni esaltano e modificano i sapori, anche quelli di drink e cocktail.

Quale musica per il tuo aperitivo

Un'esperienza multisensoriale

Trovare i suoni giusti da abbinare al proprio aperitivo preferito vuol dire essere in grado di completare l’esperienza, aggiungendo piacere anche attraverso il senso dell’udito.
Lo aveva capito il grande musicista Brian Eno già negli anni ottanta, creando la cosiddetta Ambient Music, una musica nata proprio per “fare” atmosfera, dando una tinta musicale a un luogo pubblico, come può essere quello dove si prende un aperitivo.
Ovviamente anche in rete, su YouTube, si trovano migliaia di playlist da abbinare al momento del bere. Parlando di playlist non si può poi non citare Spotify, l'app per lo streaming che ha rivoluzionato il modo di ascoltare musica e che offre anche una proposta audio ideata proprio per essere suonata al momento dell'aperitivo.

La musica da ascoltare per l’aperitivo con gli amici

Imparare ad abbinare

E proprio Spotify ha fatto scuola: un programmatore di Boston ha creato un vero e proprio sito che aiuta chi non sa come orientarsi: si chiama Drinkify e propone cocktail e drink in abbinamento a ogni tipo di musica.
Basta scrivere il nome dell'artista che piace e apparirà la bevanda ideale. Sempre negli Stati Uniti poi è appena uscito un interessantissimo libro sull'argomento: si intitola “Booze and Vinyl: A Spirited Guide to Great Music & Mixed Drinks” e racconta, seguendo l'esperienza di un famoso bartender, a quale musica si può meglio sposare un certo cocktail.

Aperitivo e musica: quale scegliere

Quale drink suona bene?

Come studiare quindi i giusti abbinamenti?
Una "classica" musica da aperitivo è il jazz, anche declinato nella versione electro swing, oggi tanto di moda: con un ritmo così sincopato l'abbinamento adatto è un drink dal mix sorprendente, come l'Old Fashion Bitter.
Ascoltando hip hop invece si "gode" particolarmente gustando uno short drink dal gusto intenso e anche un po' fruttato, come il Kamikaze Lime.
Chi accompagna aperitivo o apericena con musica brit pop, farebbe bene ad abbinarvi un long drink dal gusto "rinfrescante", ma che si può preparare in ogni stagione, come il Lime On Bit

E chi ama l'R&B? Non dimentichi di bere un cocktail fresco e speziato, proprio come Rihanna... Una ricetta perfetta è quella del Moonlime.