Un pesce spada da gustare non solo in Sicilia

Un pesce spada da gustare non solo in Sicilia

Tutto sulla Sagra del Pesce Spada di Aci Trezza: scopri tre ricette facili e veloci tra polpette e finger food e i cocktail Sanbittèr da abbinare.

Compie trent’anni la storica e caratteristica “Sagra del Pesce Spada di Aci Trezza”, manifestazione folkloristica e culinaria nella quale il protagonista è ovviamente il prelibato pesce tanto pescato in Sicilia e nello Stretto di Messina, tratto di mare sul quale si affaccia anche il villaggio catanese.
In scena i prossimi 7, 8 e 9 giugno e poi il 12, 13 e 14 luglio, la Sagra viene allestita lungo le banchine del porto della cittadina dove vengono cucinate e distribuite grandi quantità proprio di pesce spada alla griglia, mentre in numerose altre bancarelle si vendono anche artigianato locale e prodotti tipici come vino e olio.
Insomma la partecipazione alla Sagra è già un motivo validissimo per visitare il borgo siciliano quest’estate, ma non bisogna dimenticare che Aci Trezza è altrettanto famosa per altri due motivi, entrambi “letterari”.

Ricette e cocktail dalla Sagra del Pesce Spada ad Aci Trezza

Dai Malavoglia all’intrepido Ulisse

In primo luogo, come tutti gli scolari italiani sanno fin dalle scuole medie, Aci Trezza è la cittadina nella quale è ambientato il famosissimo romanzo di Giovanni Verga, “I Malavoglia”, che ha per protagonisti questa famiglia di pescatori dalla vita dura e sfortunata.
Molti secoli prima di Verga però era stato addirittura Omero a rendere famosa Aci Trezza: i suoi otto faraglioni di pietra lavica che si stagliano nel mare poco lontano dalla costa, infatti secondo la leggenda furono i massi che il ciclope Polifemo scagliò contro Ulisse e i suoi compagni che scappavano dopo averlo accecato. Questi stessi faraglioni sono oggi protetti dall’Area Marina delle Isole dei Ciclopi istituita per tutelare l’ambiente subacqueo unico della costa catanese e le specie marine che lo popolano.

Una ricetta dal mare dei mitici Ciclopi

Siccome ad Aci Trezza è il pesce spada il simbolo della festa oltre che l’emblema della tradizione lavorativa sulla quale si fonda da secoli l’economia del villaggio, davanti ai “Ciclopi” spesso sono le “spadare” a solcare le onde alla ricerca delle pregiate carni del pesce spada.
E se dopo averlo scoperto alla Sagra non riuscirete più a rinunciare al suo gusto speciale e raffinato, niente paura: ecco tre ricette per preparare degli stuzzichini a base di pesce spada perfetti da servire all’aperitivo e tre cocktail che vi si sposano alla perfezione.

Ricetta involtini di pesce spada affumicato

Partiamo con gli involtini di pesce spada affumicato, per prepararne 15 servono questi ingredienti:


● 15 fette di spada affumicato
● 2 mozzarelle da 150 gr
● 1 limone
● 15 fili di erba cipollina
● 1 etto di rucola
● Sale e pepe
● Olio d’oliva extravergine.

Preparazione: prendete le mozzarelle e fatele a fettine sottili, lasciandole sgocciolare.
Su un piatto basso e ampio stendete le fette di spada affumicato e sopra ad ognuna una fetta di mozzarella, qualche foglia di rucola, sale e pepe.
Ora chiudete ogni involtino con un filo d’erba cipollina e spruzzateli con limone e olio.
Con il sentore affumicato del pesce spada si abbina alla perfezione il gusto del Flower Power, cocktail che mixa i sapori di lime, pompelmo e lampone.

Ricette finger food ai sapori di Sicilia

Restando sempre un po’ in Sicilia, patria anche del pistacchio tra le tante bontà, ecco una ricetta per preparare crostini di spada al pesto di pistacchio.
Ingredienti:


● 10 fette di pane secco
● 1 fetta di pesce spada
● 100 gr di pesto di pistacchio
● 20 pomodorini pachino
● Sale, origano e limone
● Olio d’oliva extravergine.

Preparazione: si cuoce il pesce spada su una piastra e lo si condisce con olio, origano e sale. Si tagliano a dadini i pomodorini dopo averli lasciati a macerare in poco olio.
Ora grigliare dolcemente il pane e quindi spalmarvi sopra il pesto di pistacchio, aggiungere i dadini di pomodorino e infine il pesce spada predisposto in piccoli straccetti.
Da bere? Il gusto sorprendente e agrumato del Kamikaze Lime*.

Kamikaze Lime, il cocktail perfetto per finger food al pesce spada
Come finger food infine, poteva mancare una ricetta di polpettine al pesce spada? Ovviamente no ed ecco quali ingredienti servono a prepararne 20:


● 500 gr di pesce spada a fette
● 200 gr di mollica di pane raffermo

● 1 bianco d’uovo
● 1 scorza di limone grattugiato
● 
50 gr di pecorino romano grattugiato
● Prezzemolo tritato

● Mezzo spicchio d’aglio

● Una manciata di capperi dissalati
● Olio d’oliva extravergine

Preparazione: si tagliano con un coltello da cucina le fette di spada, come a fare una tartare, ma non troppo fine. Si aggiungono prezzemolo, le scorzette di limone grattugiato, i capperi e l’aglio, questi tritati molto finemente, e alla fine il pane, prima bagnato in acqua e poi strizzato bene.
Si impasta tutto aggiungendo infine pecorino e bianco d’uovo che è fondamentale per legare l’impasto per la cottura. Si creano le polpettine non troppo grandi e le si friggono in padella antiaderente scaldata a 180°C con olio di oliva.
Il cocktail giusto è quello che sprigiona il gusto della menta, come il Pompelmo Crush.

*Bevi responsabilmente