Con tutte quelle bollicine... È Prosecco

Con tutte quelle bollicine... È Prosecco

Scopri storia, segreti e drink a base di Prosecco, il vino frizzante italiano che ha spodestato lo Champagne per numero di bottiglie vendute al mondo!

Certo quelle bollicine delle quali cantava Vasco Rossi non erano quelle del Prosecco, ma erano i profondi anni Ottanta e il re dei "vini frizzanti" non era ancora diventato così popolare come lo è invece ora, nel nuovo millennio. Tanto che nel 2014, per la prima volta, il Prosecco ha superato anche sua maestà lo Champagne per numero di bottiglie vendute nel mondo. Una bella soddisfazione per un vino tutto italiano come il Prosecco che oggi è utilizzatissimo soprattutto al momento dell'aperitivo: sono innumerevoli infatti i cocktail nei quali si ritrovano proprio quelle sue bollicine.

Prosecco versato in un bicchiere con succo di pesca mentre si prepara un Bellini

Aperitivo? Con prosecco!

Se infatti le occasioni per bere un cocktail con Prosecco sono diverse è al momento di prendere un aperitivo o di organizzare una vera e propria apericena, che un drink a base di bollicine è perfetto da proporre. Grazie innanzitutto al suo gusto leggero e morbido che non copre quello di stuzzichini e finger food, ma anzi vi si abbina alla perfezione. Ideato nel 1948 da Giuseppe Cipriani, proprietario del famosissimo Harry’s Bar di Venezia, il Bellini cocktail è il prototipo vincente di questa formula, oltre che uno dei drink italiani più amati a livello internazionale. Come noto si prepara unendo 10 cl di Prosecco e 5 cl di purea di pesca bianca, anche se non mancano le varianti: come il Bellini Royal, preparato con lo Champagne, o come il più sorprendente Bellini Dry con Sanbittèr Dry*.
*Bevi Responsabilmente

Quelli che la frutta... I cocktail con il prosecco

Altrettanto famoso del Bellini è il Mimosa cocktail, drink che nasce come unione di sapori gentili ma persistenti, in quanto sintesi dell’incontro fra succo d’arancia e bollicine. Inventato da un barman del Ritz Hotel di Parigi nel 1925, oggi è preparato con 7,5 cl di Prosecco e 7,5 cl di succo d'arancia.

E dopo pesca e arancia, è ancora un frutto a dimostrarsi perfetto nell'unione con lo spumante italiano: la fragola. Unendo infatti 10 cl di Prosecco e 5 cl di purea di fragole si ottiene il Rossini cocktail, aperitivo dal gusto più dolce. Ovviamente il merito è delle fragole: per ottenere la loro purea nel modo corretto però è necessario prima tritarle in un frullatore e poi aggiungere un poco di succo di limone e di sciroppo di zucchero.

Preparazione di un cocktail a base di prosecco

Un salto nel gusto

E proprio a chi ama il gusto mixato di fragole e Prosecco è dedicato anche il cocktail Strawbitter, un fresco e frizzante drink da aperitivo che ha un gusto sorprendente e dolcissimo e che si può abbinare con ogni tipo di stuzzichino autunnale, ma in particolare con quelli a base di pesce e di carne bianca alla griglia. Senza dimenticare che il sentore di fragola si sposa perfettamente anche alla pastosità del formaggio Grana. Quando infine la vostra apericena è ricca, in qualità e quantità, e volete abbinarle un drink facile da preparare, leggero e che si sposa bene con sapori di ogni tipo, ecco il Perrier Bitter*, cocktail che al nostro Prosecco unisce Bitter, Perrier e succo d'arancia.
*Bevi Responsabilmente