Estate di San Martino, una festa da scoprire

Estate di San Martino, una festa da scoprire

Per celebrare in compagnia la festa dell’estate di San Martino, scopri le ricette di finger food accompagnate con i cocktail Sanbitter

Il giorno di San Martino, che cade ogni anno l'11 novembre, dà inizio ad un momento dell'anno ricco di sapori unici, come quelli dei cibi che nascono in questo periodo: dai carciofi ai cavoli, dai finocchi alla zucca. Una vera e propria "stagione" insomma, che infatti è nota anche come "estate di San Martino". E il cui nome deriva da un'antica leggenda: secondo la quale Martino di Tours incontrò in un giorno di tempesta un mendicante in balia delle intemperie e impietosendosi gli donò metà del suo mantello. Subito dopo ne trovò un altro al quale diede l'altra metà, restando scoperto. A quel punto, miracolosamente, il tempo divenne mite e piacevole.
E Ancora oggi infatti con l'espressione "estate di San Martino" si indicano quei giorni di novembre - che sempre secondo la leggenda di solito sono tre - nei quali nonostante si sia in autunno inoltrato il clima diventa bello e mite.

Un aperitivo di stagione

L’estate di San Martino poi è importante anche per le tradizioni della campagna: anticamente, proprio in questo periodo, venivano infatti rinnovati i contratti agricoli annuali e il detto "fare San Martino", ovvero trovare un nuovo impiego, deriva appunto da qui.
L’estate di San Martino ha insomma forti legami con la terra e con i suoi frutti: sempre durante questi giorni tradizionalmente vengono aperte le botti per il primo assaggio del vino novello. Quale evento migliore, allora, per festeggiarne l'arrivo con gli amici, che un aperitivo a base di ingredienti di stagione, sia nel piatto che nel bicchiere?
Ecco quelli che secondo noi sono i tre finger food da aperitivo stagionali perfetti da scegliere e le tre ricette di cocktail da abbinare a ognuna.

Golose frittelle con i carciofi

Il primo finger food di "San Martino" vede protagonisti i carciofi, usati per preparare delle saporite frittelle ripiene di prosciutto e formaggio.

Ingredienti:

• 12 carciofi
• succo di un limone
• 50 gr di prosciutto cotto
• 50 gr di fontina
• 250 gr di farina 00
• 200 ml di acqua minerale
• sale
• olio di semi

Come si preparano

• Pulire bene i carciofi, eliminando gambi, foglie esterne e punte
• quindi Metterli interi a bagno in acqua e succo di limone
• Infine, lessarli 5 minuti in acqua bollente e scolarli bene Ora
• Preparare la pastella versando a poco a poco la farina nell'acqua minerale e mescolando con una frusta in modo da non formare grumi e regolando di sale
• Per il ripieno tagliare a pezzettini il prosciutto e a dadini il formaggio Quindi
• Aprire delicatamente le foglie dei carciofi e riempiteli con il formaggio e prosciutto
• Infine richiuderli, immergerli nella pastella e friggerli in olio caldo bollente, ruotandoli bene da tutti i lati.
Il perfetto cocktail da abbinare a questo sfizioso finger food è il Bubblywood, cocktail speciale e speziato al punto giusto.

Coi finocchi lo stuzzichino è veg

Se la scelta vuole cadere poi su un finger food insieme invitante e vegetariano, ecco la ricetta per dei saporiti finocchi impanati alla scamorza.

Ingredienti:

• 8 finocchi
• 300 gr di scamorza
• 100 gr di parmigiano grattugiato
• 100 gr di pangrattato
• 2 uova
• sale e pepe

Come si preparano

• Pulire i finocchi rimuovendo base e escrescenze, tagliarli a fette e sciacquarli bene in acqua corrente
• Cuocerli in acqua bollente salata per almeno 10 minuti fino a farli diventare morbidi, poi scolarli e farli raffreddare
• A questo punto mettere su ogni fetta di finocchio una striscia di scamorza e intingere le cotolette nelle uova sbattute
• Passarle infine nella panatura realizzata mescolando pangrattato e parmigiano e metterle in forno preriscaldato a 200°C
• Cuocerle per circa 30 minuti girandole a metà cottura.
Insieme a questi intriganti stuzzichini veg è ideale da servire un cocktail come Rosso Fresh, dal gusto fresco ma amaro e forte.

Polpette "gialle" da provare

Sapori di stagione anche per la terza ricetta "dedicata" all'estate di San Martino e perfetta per chi ama il sapore unico e leggero della zucca.

Ingredienti:

• 300 gr di fesa di tacchino
• 300 gr di zucca gialla
• 100 gr di pangrattato
• 100 gr parmigiano grattugiato
• 1 uovo
• prezzemolo tritato
• olio extravergine di oliva
• sale e pepe

Come si preparano

• Pulire la zucca, fare delle fette spesse circa un cm e cuocerle in forno a 200°C per 15 minuti per far ammorbidire
• Tritare ora la zucca e il tacchino, mescolarli bene e aggiungere prezzemolo tritato, pangrattato, parmigiano e un tuorlo d’uovo, aggiustando di sale e pepe
• Arrotolare delle polpettine e metterle su una teglia rivestita di carta forno poi farle cuocere in forno per 20 minuti a 180°C
• A questo punto passare le polpette nel pangrattato e infine friggerle in abbondante olio caldo fino a che non sono dorate
Il cocktail che si sposa benissimo con le polpettine è il Sanset grazie al suo gusto fresco e coinvolgente.