Aperitivi dal mondo: l’aperitivo giapponese

Aperitivi dal mondo: l’aperitivo giapponese

Per l’aperitivo giapponese pensate solo al sushi? Ecco tante idee oltre al classico sushi.

Il Giappone ha una cultura culinaria millenaria e molto diversificata: ognuna delle sue prefetture ha infatti delle ricette diverse che possono ispirare un raffinato aperitivo giapponese.

Il piatto più conosciuto all’estero è sicuramente il sushi, che nell’accezione usata in Occidente racchiude sashimi, temaki, uramaki e tante altre varietà. Non può di certo mancare in nessun aperitivo giapponese che si rispetti: tuttavia non è un piatto semplice da preparare, quindi meglio affidarsi a un buon take away per essere certi di servire pesce fresco e trattato correttamente.

Ma se vogliamo approfittare della moltitudine di ricette e ingredienti per organizzare un aperitivo giapponese le scelte possono essere più ampie e ricercate. Ad esempio potrete servire dei dango: palline composte di farina di riso (delle specie di gnocchi), che sono infilate su uno spiedo e servite con una salsa di soia. Potrebbero essere un ottimo sostituto alle nostre girelle di frittata e accompagnare perfettamente Urban Emotion che con i sapori dolci dell’albicocca e il sottile amaro di Sanbittèr Emozioni di Frutta al Pompelmo bilancerà perfettamente l’umami dei dango.

Un altro stuzzichino per aperitivo veloce e grazioso da servire a tavola è l’onigiri. Questa specialità viene spesso consumata come spuntino ed è un triangolo fatto di riso rivestito con un’alga secca e dai ripieni più disparati. Alcuni dei condimenti più in voga sono tonno e maionese, gamberi e avocado o umeboshi (una tipica prugna giapponese essicata e sotto sale, dal sapore marcatamente aspro).

L’ultima ricetta per l’aperitivo che vi consigliamo di portare in tavola è il takoyaki, delle polpette di polpo tipiche di Osaka. Il polpo è racchiuso da una pastella che viene poi cotta in una speciale piastra che gli dà una forma sferica. Dopodiché le palline sono coperte di salsa takoyaki (una salsa dolciastra), maionese e polvere d’alga.

Lo stuzzichino più veloce da servire? Sicuramente gli edamame: dei fagioli di soia, che vengono sbollentati dentro il loro bacello. Serviteli tiepidi e con una spolverata di sale grosso.

Questi stuzzichini per aperitivo sono solitamente accompagnati da una birra giapponese, ma per un happy hour analcolico non resta che scegliere con quale aperitivo Sanbittèr accompagnarli! Per il vostro aperitivo giapponese vi consigliamo Bitter Sage, che unisce il profumo di salvia al sapore fresco del limone, per rinfrescare il palato oppure Zen Bitter che richiama l’Asia nel nome e nel sapore con una nota speziata allo zenzero!