Friselle, l’aperitivo salentino: 5 ricette esclusive e 5 cocktail perfetti da abbinare

Friselle, l’aperitivo salentino: 5 ricette esclusive e 5 cocktail perfetti da abbinare

Le friselle sono un ottimo spunto per l’aperitivo in casa; scopri 5 ricette gustose e i 5 cocktail Sanbitter da abbinare per preparare quello perfetto!

Del pane secco accompagnato con un po’ di pomodoro, in pratica una semplice bruschetta. Niente di più falso: la frisella, o meglio ancora friseddha, secondo la speciale grammatica salentina, è molto di più.
Basti pensare che secondo la leggenda l’origine di questo piatto, semplice e genuino ma oramai famoso e amato in tutta Italia e non più solo in Puglia, risale al periodo dei crociati che dai porti di Otranto e Brindisi partivano verso la conquista della Terra Santa.
Infatti, per la interminabile traversata fino in Palestina, dovevano portare con loro cibi a “lunga conservazione”: che cosa allora meglio di questo tipo di pane secco e disidratato, che di norma è fatto con grano duro (ma non mancano le varianti con diversi tipi di farina, come d’orzo) e ottenuto attraverso una doppia cottura?

La più semplice, la più amata

Oggi che dal Salento non si parte più, ma in tantissimi ogni estate arrivano per le vacanze, il viaggio delle friselle continua sulle tavole italiane, dove sono amatissime e usatissime, soprattutto al momento dell’aperitivo.
La prima ricetta che vi sveliamo è anche la più semplice, ovvero quella della frisella al pomodoro: la prima cosa da fare - e questo vale per qualsiasi versione stiate preparando - è quella di “sponzare” le frise, cioè immergerle in una ciotola con acqua a temperatura ambiente (mai invece bagnarle sotto il rubinetto) per farle rinvenire. Quindi vanno condite con abbondante olio extravergine d’oliva, salate e poi vi vanno spremuti sopra i pomodori rossi con liquido e semi. Aggiungere ancora un po’ d’olio se è il caso e origano secco.
Ad una “freschezza” simile quale drink abbinare? Ma un freschissimo Grape Bitter a base di pompelmo, lime e aloe vera.

Friselle al pomodoro come aperitivo: ricette e cocktail abbinati

Ricca con le melanzane

Una ricetta meno nota ma che racchiude ancora in sé il carattere contadino e più tradizionale del Salento è quella delle friselle con ricotta e melanzane.
Una preparazione antica ma, allo stesso tempo innovativa, che unisce ai due sapori più “classici” degli ingredienti principali il gusto freschissimo della menta.
La prima cosa da fare per preparare queste friselle è quella di unire appunto 300 grammi di ricotta fresca e foglie di menta, possibilmente appena colta e poi tagliata finemente, fino ad ottenere una soffice crema. A questo punto si fanno rosolare due melanzane tagliate a dadini piccolissimi in una padella con un cucchiaio d'olio d'oliva. È poi il momento di “sponzare” le vostre friselle, cospargerle con olio d'oliva e quindi di condirle: prima spalmando sulle frise un ampio strato di crema e sopra le melanzane spadellate.
Con questa frisella secondo noi poi si sposa bene il sapore forte e sorprendente del Manhattan Bitter*.

Saporitissima con la salsiccia

Un ingrediente classico salentino, sempre di “terra” è anche la salsiccia, quella di maiale, che ha un sapore forte che si sposa molto bene con le friselle. Per preparare le frise alla salsiccia allora si iniziano a tagliare due peperoni a dadini e a metà 3 o 4 pomodorini e li si cuociono insieme in padella con 4 cucchiai di olio per circa 5 minuti.
A questo punto si possono aggiungere 250 grammi di salsiccia sbriciolata e continuare la cottura a fiamma vivace. Una volta che la carne è cotta e che le verdure si sono ammorbidite toglietele dal fuoco: a quel punto bagnate le vostre friselle nella solita ciotola di acqua e “innaffiatele” di olio d'oliva. Completate infine la guarnizione delle frise con il mix di salsiccia e verdure.
Quale cocktail scegliere in abbinamento a questo punto? Per noi è perfetto lo Smoky Fizz con il suo gusto inconfondibile e dissetante.

Un pizzico di mare sulla frisa

Poiché però la Puglia ha anche una grande vocazione marittima, non potevamo non suggerirvi anche una frisella con i frutti di mare.
Per prepararla iniziate a cuocere 250 grammi di cozze e 250 di vongole in un tegame con 1 cucchiaio d'olio d'oliva, 1 spicchio d'aglio e prezzemolo, bagnandole con vino bianco e facendole aprire. Quindi sgusciate i molluschi e raccoglieteli in una ciotola. Ora, in un tegame con 2 cucchiai d'olio fate appassire uno scalogno, quindi rosolate due peperoni, tagliati a dadini. Dopo qualche minuto di cottura unite i gamberetti e continuate per altri 2 minuti, infine unite vongole, cozze e il prezzemolo rimasto.
A questo punto si bagnano in acqua le frise, le si innaffiano di olio e vi si distribuiscono sopra i frutti di mare ancora caldi.
La scelta del cocktail in abbinamento ora deve cadere su un drink dal gusto fresco ed estivo: ideale può essere il Moscow Mulime*.

Friselle e cocktail abbinati per l’aperitivo salentino

Infine la ricetta più "forte"

Un altro degli ingredienti tipicissimi della cucina del Salento, e che non può mancare in queste ricette speciali per le friselle da aperitivo, è la ricotta forte, la quale si può usare in abbinamento a una "caponatina" di verdure miste. In che modo?
Si prepara un soffritto tagliando a pezzetti una melanzana, due peperoni, una cipolla, due zucchine, un sedano e pomodorini. Sfumate con aceto, condite con sale e pepe e aggiungete a piacere olive, capperi, pinoli e uvetta. Passate poi alla "sponzatura" delle vostre friselle e conditele con olio d'oliva abbondante e subito dopo con le vostre verdurine miste. Il tocco d'artista sarà l'aggiunta finale, sopra le verdure, di un'abbondante spolverata di ricotta forte che andrà a compensare il gusto agrodolce della "caponatina".
Ora il cocktail perfetto: provate ad abbinare un secco Bitter Sage, drink dal gusto sorprendente.

*Bevi responsabilmente