Jerry Thomas, il padre dell’arte di miscelare i cocktail

Jerry Thomas, il padre dell’arte di miscelare i cocktail

Ecco chi c’è dietro il libro “Il manuale del vero gaudente ovvero il grande libro dei drink”, la Bibbia per gli appassionati di cocktail.

Jerry Thomas, detto anche “il professore”, è considerato il padre dell’arte di miscelare i cocktail, una figura quasi mitologica per i bartender, un vero guru, “The Jupiter Olympus of the bar” come lui stesso ha scelto di definirsi nel suo libro.

Nato nel 1830 negli Stati Uniti (da dove poteva venire un self-made man di tale calibro, d’altronde?!), il barman impara il mestiere nel Connecticut prima di salpare per la California durante il periodo della corsa all’oro. Giunto a New York nel 1851, apre sotto l’American Museum di Barnum, il primo di quattro locali, ma senza fermarsi qui: lavora come capo barista da Saint Louis a New Orleans e decide di attraversare l’oceano per conquistare anche l’Europa grazie semplicemente a un inseparabile set di attrezzatura per cocktail in argento.

La sua eccentricità non passa inosservata tra gli addetti ai lavori: il re degli aperitivi indossa spesso gioielli preziosi, spille, anelli e gemelli sfavillanti e si diletta con numeri di flair davvero eccezionali. La sua filosofia parla chiaro: uno degli elementi fondamentali per un bartender di successo è l’estetica, la capacità di attirare l’attenzione e coinvolgere gli avventori.

Non solo fumo, però, ma anche tanto arrosto. Appartiene proprio a Jerry Thomas la paternità del primo libro sui cocktail mai pubblicato negli Stati Uniti dal titolo “The Bar Tender’s Guide”, o “How to Mix Drinks or The Bon-Vivant’s Companion”. Tradotto qualche anno fa in Italia da Feltrinelli con il titolo “Il manuale del vero gaudente ovvero il grande libro dei drink”, il volume è una vera e propria Bibbia per tutti gli appassionati del mondo dei cocktail. Tra le altre, il manuale contiene anche la ricetta del Blue Blazer, inventato da Jerry Thomas nella sala da gioco El Dorado di San Francisco: un cocktail a base di whisky fiammeggiante, ancora oggi davvero ostico da preparare per la maggior parte dei bartender.