Galateo dell'aperitivo: pic nic con intervista

Galateo dell'aperitivo: pic nic con intervista

Grazie alle regole del galateo dell’aperitivo, tutti i consigli per un perfetto pic nic e su come fare un aperitivo all'aperto.

I segreti per organizzare un aperitivo all’aperto e un pic nic impeccabile con i consigli di Veronica Gaviraghi, organizzatrice di eventi.

Un’idea perfetta per un aperitivo all’aperto?
Ovviamente quella di un pic nic organizzato nei minimi dettagli seguendo le regole del galateo e i consigli di chi se ne intende davvero.
Stiamo parlando di Veronica Gaviraghi, organizzatrice di eventi aziendali e istituzionali, ma anche di eventi privati e con una passione particolare per i matrimoni e i pic nic.
Proprio a Veronica Gaviraghi abbiamo chiesto i trucchi e i consigli per realizzare un pic nic all’aperto, non dimenticando le importanti regole del galateo dell’aperitivo.

Cosa non deve assolutamente mancare durante un pic nic?

Non posso nasconderlo, io sono una grandissima fan del pic nic in tutte le sue versioni.
Ciò che secondo me non può davvero mai mancare sono le tovaglie (o le coperte) a quadretti bianchi e rossi, e i cestini di vimini.
Li adoro, in tutte le loro forme e dimensioni.
E poi sono praticissimi: al loro interno si trovano già le stoviglie necessarie per un pranzo all’aperto, sia esso informale o un’occasione speciale.
Possono infatti essere in plastica colorata, in ceramica o in vetro. In ogni cestino si trova poi lo spazio per riporre le pietanze e, in quelli più moderni, si trova anche un’area refrigerata per le bevande e per quegli alimenti che soffrono maggiormente il caldo.

Il cestino perfetto dell'aperitivo per pic nic con Veronica Gaviraghi

Cosa poi non bisogna dimenticarsi?

Accessori per il servizio come l’apribottiglie, sacchetti in cui differenziare i rifiuti a fine pranzo, contenitori ermetici per eventuali avanzi da riportare a casa.
Per quanto riguarda il menù non devono mancare stuzzichini sfiziosi e finger food bevande leggere e rinfrescanti, e un dolce…è importante non dimenticarsi il dolce per chiudere in bellezza il pic nic!

Quali sono gli appetizer ideali per un aperitivo all'aperto da organizzare durante un pic nic?

Il pic nic si presta ad un menù fatto di stuzzichini e appetizer, più che a delle vere e proprie portate come primo o secondo.
L’ideale è creare dei piatti che non si deteriorino con il caldo, che siano leggeri e gustosi, e che possano essere mangiati anche senza le posate.
Le monoporzioni sono la soluzione ideale: utilizzate i vasetti delle conserve per porzionare delizie che siano anche belle da vedere, e comode da trasportare (possono infatti essere chiusi ermeticamente).
Qualche esempio: dei bicchierini di pinzimonio con hummus di ceci, delle frittate monoporzioni (si realizzano facilmente al forno con l’utilizzo dello stampo dei muffin), dei piccoli spiedini di pollo glassati, mini hamburger vegetariani, torte salate già porzionate, dei bottoncini di sesamo al gorgonzola e molto altro.

Come preparare un aperitivo da pic-nic: ecco gli appetizer giusti

Come si può ovviare al problema del ghiaccio?

Se organizziamo un pic nic lontano da casa, in un parco, in spiaggia o in montagna, è difficile pensare di poter portare con noi del ghiaccio. Possiamo però mantenere in fresco le bevande con l’utilizzo di alcuni accessori.
In primis borse termiche e frigoriferi portatili che possano mantenere la temperatura delle bottiglie, raffreddate in precedenza, con l’ausilio di siberini, le famose mattonelle blu che vengono congelate prima dell’utilizzo.
Volete portare un cocktail fresco da servire come aperitivo?
Preparatelo a casa, riponetelo in frigorifero e, poco prima di uscire, versatelo in un termos per bevande. In commercio esistono termos in grado di mantenere la temperatura dei liquidi per moltissime ore.
Volete comunque provare a portare del ghiaccio con voi?
Sono sempre più diffusi i cubetti di ghiaccio riutilizzabili adatti al contatto con alimenti.
Potete riporli in un termos prima di uscire, così da tenerli congelati il più possibile, senza correre il rischio che si sciolgano.

Seguite Veronica Gaviraghi su Facebook, Instagram e sul suo sito!