Aperitivo per le feste: scegliete il giusto mix tra cocktails e cibo

Aperitivo per le feste: scegliete il giusto mix tra cocktails e cibo

Preparare l’aperitivo di Natale perfetto: quale stuzzichino accompagnare al drink preferito; ecco alcuni abbinamenti ai cocktail natalizi Sanbitter.

Realizzare il perfetto abbinamento tra cibo e cocktails - regola che è espressa anche in inglese con la formula “food pairing” - è un aspetto a volte trascurato quando si organizza un aperitivo di Natale.
Invece, scegliere il drink giusto per accompagnare un certo piatto, o in questo caso magari uno stuzzichino, che si decide di servire ai propri ospiti, vuol dire contribuire alla valorizzazione del cibo stesso, perché quando i sapori si mescolano in un accostamento corretto, da questo connubio ne vengono esaltati. A volte la scelta di un accostamento nasce da preferenze personali, ma ci sono alcuni abbinamenti che sono più riusciti di altri e che più di altri stimolano il piacere della tavola anche durante l'aperitivo.

Aperitivo per le feste

Le tre regole degli chef

Secondo le regole della buona cucina e degli chef, un abbinamento tra cibo e cocktails può avvenire in tre modi:

  • si può fare un connubio di sapori utilizzando solo prodotti di stagione;
  • si può costruire un "food pairing" tramite una contrapposizione di sapori;
  • oppure, al contrario, si può creare una similitudine di gusti e aromi di cibi e bevande.

Quel che conta in ogni caso è che durante l'aperitivo un accostamento tra drink e stuzzichini rispecchi un criterio e sia frutto di un ragionamento, al fine di rendere migliore e più originale possibile l'esperienza gastronomica. Senza dimenticare che anche ogni cocktail, come ogni piatto, ha una sua identità che deve a sua volta essere esaltata al meglio con un "food pairing" che riesca ad animare il desiderio di assaporare un nuovo boccone.

Aperitivo per le feste

Un matrimonio di sapori

Cosa viene prima, il mangiare o il bere? Ognuno può pensarla come vuole, l’importante è collaborare. Abbinare una ricetta a un drink infatti vuol dire essere capaci di mettere insieme le competenze di uno chef e quelle di un barman. Facciamo qualche esempio, partendo da uni dei "classici" stuzzichini per l'aperitivo di Natale, ovvero le tartine al caviale e al salmone. Per esaltarne i sapori decisi vi si può abbinare come bevanda un cocktail classico e forte come il Manhattan, proposto volendo anche nella sua versione rivisitata e più secca del Manhattan Bitter, drink che a sua volta è perfetto per esaltare anche il gusto delle ostriche.

Food pairing che passione

Restando in tema di aperitivi "amari", se la scelta deve cadere però su un drink analcolico, perfetto da abbinare con stuzzichini ricercati è il Caipibitter, cocktail dal look veramente natalizio, soprattutto se servito in un barattolo da salsa di vetro o in uno di marmellata. Per il "food pairing" la proposta è unirlo al gusto raffinato di bicchierini di polpo con salsa di melograno. Un'idea per chi crede invece che con la stagione fredda non devono mancare le spezie, è l'abbinamento tra un cocktail sorprendente come l'Americano Ginger e degli stuzzichini profumati come le minicake salate con erbe selvatiche. Sono tortine soffici e profumate, facili da preparare e perfette per esaltare il sentore di zenzero.

Aperitivi per le feste

*Bevi Responsabilmente